martedì 3 novembre 2015

Recensione: "DOPO DI LEI"

Buongiorno dolci lettori!
Come state? Qui è iniziato il vero freddo e non c'è nulla di meglio che stare sotto le coperte a leggere un pochino con una tazza di thè!
Tra un mesetto andrò a Londra per qualche giorno e ho deciso di organizzare un post speciale per il blog!
Non so ancora bene come impostare il tutto ma vi mostrerò alcune foto fatte, le librerie visitate e...Gli STUDIOS DI HARRY POTTER!
Ebbene si, dopo anni finalmente uno dei miei sogni si realizza!
Sono davvero troppo felice ma ve ne parlerò bene a tempo debito!
Oggi vi voglio parlare di un libro davvero molto molto carino!
Si è meritato il massimo delle stelline e mi ha accompagnato durante una pausa lavoro davvero davvero noiosa.
Titolo: Dopo di lei
Autore: Joyce Maynard
Casa editrice: Harlequin Mondadori
Prezzo: 16,00 euro
Pagine: 378

SINOSSI
È l'estate del 1979 a Marin, California. Rachel e la sorellina Patty esplorano indisturbate la montagna dietro casa, lasciate un po' a loro stesse da un padre detective di polizia, affascinante e molto impegnato, e da una madre triste e depressa, che si occupa di loro un po' da lontano. Possono sperimentare la libertà, i giochi di un'infanzia senza confini, inventarsi le giornate senza seguire alcuna regola in particolare. Finché un giorno delle giovani donne iniziano a essere uccise su quella montagna. Il padre di Rachel viene incaricato del caso, il più importante e difficile che gli sia mai stato affidato. Ma la sua grande occasione si trasforma presto in un fallimento, quando tarda a trovare il Killer de Tramonto. Per aiutarlo Rachel e Patty decidono allora di lanciarsi nel gioco più pericoloso che abbiano mai azzardato: iniziano a investigare, mettendo a rischio se stesse e compromettendo per sempre la carriera del padre.Sono passati trent'anni da quell'estate, e Rachel, ora affermata scrittrice, non è ancora riuscita a dimenticarla ed è per liberarsene per sempre che decide di raccontarla.
IL MIO PENSIERO
La storia è ambientata negli anni'80, in un paesino sperduto ai piedi di una montagna. 
Le protagoniste sono due sorelle, Rachel e Patty, due ragazzine davvero unite l'una all'altra sempre pronte a confidarsi segreti e a passare un po' di tempo insieme.
La loro infanzia non è molto semplice, a causa della separazione dei genitori, le due bambine si ritrovano abbandonate a se stesse, senza regole ne affetto.
La loro quotidianità viene sconvolta quando sulla montagna iniziano ad accadere una serie di strani omicidi, tutti riconducibili al Killer del Tramonto.
Il padre delle due bambine si ritrova a condurre le indagini su questo misterioso assassino, arrivando a trascurare completamente le sue figlie.
Sia Rachel che Patty decidono di iniziare ad indagare su questi misteriosi  casi che con il passare del tempo diventano sempre più numerosi. 
Ci troveremo ad affrontare delle vicende complesse ed intricate che porteranno ad un finale inaspettato.
Il libro è diviso in tre parti, tutti i capitoli sono narrati in prima persona dal punto di vista di Rachel, protagonista indiscussa di tutto il romanzo, troviamo pagine sotto forma di diario e pagine di thriller puro.
La storia è incentrata sul legame profondo che c'è tra queste due ragazze, così diverse per personalità e carattere ma in grado di completarsi l'una con l'altra.
Ho trovato questo libro delle volte troppo lento e quasi noioso.
Forse la colpa è mia, immaginando un thriller mi aspettavo qualcosa di più dinamico, cosa che delle volte non ho trovato.
La storia è ben strutturata e scorrevole, l'autrice è stata capace di utilizzare parole semplici ma non banali per rendere il romanzo fluido.
Il libro mi è piaciuto anche se non mi ha convinta completamente.

Nessun commento:

Posta un commento